fbpx

Attacchi all'aeroporto di Bruxelles e alla metropolitana di Malbeek

Aggiornato il 4 luglio 2017 da pierre

Bruxelles attacca l'aeroporto di Zaventem e Metro Malbeek 2016

22 marzo 2016 – Bruxelles è dentro dolore. Pochi giorni dopo l'arresto di Salah Abdeslam . Verso le otto del mattino, nel bel mezzo dell'ora di punta, le due bombe risuonare nel Atrio dell'aeroporto di Bruxelles Zaventem. Al momento si parla di attentato suicida ma sarebbe ancora presto per conferme. Causando più di 10 morti e più di cento feriti, questa tragedia getta Bruxelles nel caos.

La tragedia del 22 marzo a Bruxelles non si ferma qui. HA 9:30 nel cuore del quartiere europeo della capitale belga, le auto vedono uscire del fumo dalle bocche della metro. Impariamo poco tempo dopo la notizia – l'orrore –; il resort Malbeek è appena stato colpito da un attentato esplosivo effettuato nel treno della metropolitana e aumenta il bilancio. Il secondo attacco portando ancora più morti e feriti in bilico. In totale, a fine giornata si registrano una trentina di morti e 200 feriti.

Dopo l'esplosione, è in primo luogo verso gli Ospedali Saint-Luc e il KUL che i feriti vengano evacuati con urgenza. Visto il numero crescente di feriti, è poi tutto Ospedali del Brabante così come l'ospedale Eramse che viene messo sul piede di guerra per accogliere le vittime dei due attentati.

I feriti arrivano da ogni dove. Al fine di predisporre una struttura adeguata, il Mappa della poltiglia (Allarme Servizi Ospedalieri) è scattato. Gli ospedali si affrettano a fare un appello generale al donazione di sangue. Rapidamente, la popolazione belga unita arriva di corsa e risponde alla domanda.

Poco dopo, gli sminatori belgi lo scoprirono un nuovo ordigno esplosivo all'aeroporto di Zaventem e renderla innocua mediante sminatori.

Da allora, le ricerche sono state effettuate il più rapidamente possibile per far avanzare le indagini. Nel comune di Schaerbeek, la polizia ha messo le mani su sostanze chimiche, chiodi e un ordigno esplosivo.

Alla fine del giorno, è il caos: Tunnel di Montgomery in direzione del centro chiuso, metro e bus fermi, aerei in partenza cancellati, aeroporto chiuso fino a giovedì almeno. Secondo alcuni media, il Palazzo Reale sarebbe stato anche evacuato. La polizia consiglia di restare a casa.

Identificando, le videocassette aeroportuali, la polizia nota tre persone sospette: indossano un solo guanto, che probabilmente nasconde un detonatore. Due di queste persone sarebbero esplose con le loro bombe, la terza è attivamente ricercata dalla polizia.

Un numero di telefono è aperto per le vittime ei loro familiari: Il numero 1771 è attivo, ma soprattutto per le vittime e i propri cari. Non chiamare se non strettamente necessario.

La polizia ricorda, è fondamentale non condividere su Twitter e altri media i movimenti della polizia così come le operazioni in corso. Tutti i terroristi come te scrutano i social network per rimanere informati.

pierre

A malapena un piede nella capitale belga, Pierre lancia "InsideBrussels.be", l'idea è semplice: "Cosa fare? Dove andare a mangiare o bere qualcosa?" Imprenditore nel cuore, questo non è il suo primo progetto! Lontano da lì. Come il vino, con il tempo il progetto migliora! Pierre non esita a condividere i suoi preferiti e i migliori indirizzi di ristoranti di Bruxelles che potrebbe consigliarvi ad occhi chiusi.

Lascia un commento